LIGRESTI, LEVA (PD): CANCELLIERI FACCIA CHIAREZZA SERVE TRASPARENZA

 

ForumGiustiziaDICHIARAZIONE DI DANILO LEVA, RESPONSABILE GIUSTIZIA DEL PD

“E' opportuno che il ministro Cancellieri, alla luce di quanto viene riportato da una agenzia di stampa, chiarisca il senso delle parole da lei proferite nel corso di una telefonata con Gabriella Fragni, compagna di Salvatore Ligresti. Si tratta di una vicenda estremamente delicata su cui è necessario garantire la massima trasparenza.

Bisogna inoltre fugare ogni dubbio che possano esistere detenuti di serie A e di serie B”.


DECADENZA BERLUSCONI, LEVA: VOTO PALESE NON È AD PERSONAM, MA SEMPLICE APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA

Decadenza Berlusconi, Leva: voto palese non è ad personam, ma semplice applicazione della normativa.

 


BERLUSCONI: LEVA(PD), PDL VUOL FAR DIMENTICARE CONDANNA CAVALIERE

 

ForumGiustizia(ANSA) - ROMA, 30 OTT - "La condanna in via definitiva di Berlusconi per frode fiscale è la questione centrale che il Pdl cerca in ogni modo di nascondere agli occhi degli italiani per sottrarre Berlusconi alla legge.

Le polemiche sul voto palese, dopo gli immotivati attacchi alla legge Severino, votata dallo stesso Pdl e applicata in altri 37 casi, sono l'ultimo appiglio a cui si aggrappano gli esponenti del Pdl per spostare l'attenzione generale da un reato grave". così Danilo Leva responsabile giustizia del Pd. "Il Pdl - aggiunge - abbandoni la strada del ricatto: il Governo da loro votato è nato per preoccuparsi dei problemi degli italiani e non delle questioni personali di Berlusconi.

Si rispettino gli impegni presi e lo stato di diritto".


INTERVENTO AL TG2 - LEVA: LA LEGGE SEVERINO VA APPLICATA A BERLUSCONI COME GIÀ È STATA APPLICATI AD ALTRI 37 CITTADINI ITALIANI. NOI SIAMO PER IL VOTO PALESE: NON È FORZATURA REGOLAMENTO MA ESIGENZA DI TRASPARENZA.

La legge Severino va applicata a Berlusconi come già è stata applicati ad altri 37 cittadini italiani. Noi  siamo per il voto palese: non è forzatura regolamento ma esigenza di trasparenza.

 


DIRITTI TV, LEVA (PD): “PDL IMBROGLIA SU L.SEVERINO, E’ APPLICABILE A BERLUSCONI”

ForumGiustiziaLegge Severino è costituzionale, già applicata in 37 casi, l’ha votata pure il Pdl

DICHIARAZIONE DI danilo leva, responsabile giustizia

“Sulla legge Severino il Pdl tentano di imbrogliare cercando di confondere le acque. Gli esponenti del partito di Berlusconi stanno letteralmente piegando ai loro interessi il contenuto della sentenza della corte di appello di MIlano.

La corte di appello di Milano non ha ascritto la sanzione dell'incandidabilità nel rango delle sanzioni amministrative ai sensi della legge 689 dell'81, bensì ha parlato semplicemente della procedura di incandidabilità, che segue un percorso autonomo rispetto alle sanzioni penali vere e proprie.

Dunque nulla di nuovo rispetto a quanto sostenuto da tutti coloro che ritengono applicabile la legge Severino al caso di specie. In buona sostanza la legge Severino è applicabile a Berlusconi, come già avvenuto nel caso di altri 37 cittadini italiani.

Sono tentativi patetici visto che tra l'altro hanno votato anche loro la legge Severino. Basta stravolgimenti ad personam”

Roma 29 OTTOBRE 2013


DIRITTI TV, LEVA(PD): “MOTIVAZIONI GRAVI, POLEMICHE PDL INDEGNE”

ForumGiustiziaUnica macchia è stata lasciata da Berlusconi su istituzioni e sul Paese

DICHIARAZIONE DI DANILO LEVA, RESPONSABILE GIUSTIZIA DEL PD

“Le motivazioni della sentenza Mediaset depositate oggi dalla corte di Appello di Milano sono durissime e rilevano un reato particolarmente odioso, in quanto compiuto da un leader politico ai danni dello Stato e della stessa comunità nazionale. Gli stessi giudici della Corte di appello di Milano evidenziano ” la particolare intensità del dolo dell'imputato nella commissione del reato contestato e perseveranza in esso”.

E’ vero che l’ordinamento riconosce all’imputato il diritto di ricorrere in Cassazione ma il Pdl si astenga da polemiche pretestuose e indegne.

Stiamo parlando di un leader politico già presidente del Consiglio definito come “ideatore, organizzatore del sistema e fruitore dei vantaggi relativi”. Le sentenze sono conseguenza dei processi, così come è previsto in uno stato di diritto, non si riscrivono a seconda delle persone imputate o delle convenienze politiche del momento.

Se una macchia esiste è quella che ha lasciato Silvio Berlusconi sulle istituzioni e sul Paese e sulla sua credibilità.

Un esempio non certo edificante per le nuove generazioni”.


LEVA: "MATTEO FORSE NON SA CHE SULLE CARCERI C'È UN DDL DEL PD"

 

ForumGiustiziaDanilo Leva, lei è responsabile Giustizia del Pd. Matteo Renzi è stato chiaro, l`altro giorno, parlando alla Leopolda: perché voi del Pd non vi vergognate del caso-Scaglia e dell`abuso tutto italiano della custodia cautelare?

«Guardi che alla Camera è in avanzata discussione un ddl a firma Pd che modifica appunto le regole sulla custodia cautelare. Lo sappiamo bene che l`eccesso di custodia cautelare è una delle anomalie italiane: nelle nostre carceri il 40% dei detenuti è in custodia cautelare quando in Inghilterra non supera il 15%. Se poi associamo questo uso troppo largo del carcere cautelare ai tempi lunghi del processo, accade quel che si sa: che in Italia la custodia cautelare finisce per essere l`unica pena che molti scontano. E questo è un meccanismo che non è degno di un Paese civile».

Come cambierete la custodia cautelare, se mai ci riuscirete?

«Introduciamo un concetto che può sembrare banale, cioè che si può finire in cella solo se è "attuale" il pericolo di fuga o di reiterazione del reato. Occorrerà una valutazione caso per caso, e non più sulla base dell`astratta gravità del reato come accade oggi, per finirla con questa vergogna civile».

Renzi vi sprona riformare tutta la giustizia.

«Ben vengano le sollecitazioni, ma in Parlamento stiamo lavorando quotidianamente. Cito qui solo le nostre proposte di abolizione dell`ergastolo. O la riscrittura della Fini-Giovanardi, per tornare a distinguere piccolo e grande spaccio.».

Concorderà che la giustizia è al collasso. O no?

«Ne sono consapevole. E anche la sinistra deve fare autocritica per aver ceduto a certo populismo giudiziario. Da troppo tempo ci siamo allontanati dalle idee di una cultura garantista».


DIRITTI TV, LEVA (PD): “ALFANO VOTO’ LEGGE SEVERINO, ORA DECADENZA”

ForumGiustiziaLegge costituzionale, perché Pdl che la votò si accorge di suo contenuto solo ora?

DICHIARAZIONE DI DANILO LEVA, RESPONSABILE GIUSTIZIA DEL PD

“Alfano parla al Pd ma dovrebbe rivolgersi al Pdl. La legge Severino è stata già applicata in altri 37 casi e, soprattutto, è stata votata anche dalla forza politica di cui Alfano è stato segretario. Perché solo oggi evidenziano alcuni elementi della legge Severino mai contestati in passato?

La legge è costituzionale ma ancora una volta la giustizia viene ridotta dal Pdl a problema ad personam.

Si ponga fine a manovre dilatorie di vario genere e si voti la decadenza. Per il Pd non ci sono problemi, sia che si tratti di voto segreto o palese.

Saranno piuttosto le altre forze politiche a dover fare i conti con la coerenza e con la compattezza dei propri ranghi. Resta poi un dato che nessuna polemica può cancellare: Silvio Berlusconi è stato condannato in via definitiva per frode fiscale. Avrebbe già dovuto trarre le conseguenze facendo un passo a lato evitando lo spettacolo a cui stiamo assistendo”.

Roma 26 OTTOBRE 2013