GOVERNO, LEVA (PD): "SERVE UN GOVERNO VERO, PAESE NECESSITA DI ORIZZONTE AMPIO"

ForumGiustiziaBerlusconi con spietato cinismo gioca con italiani

DICHIARAZIONE DI DANILO LEVA, RESPONSABILE GIUSTIZIA DEL PD

"Le decisioni assunte da Berlusconi e dal Pdl sono gravissime: si tratta di un vero e proprio atto di tradimento nei confronti del Paese. Ha deciso di giocare una partita spietata sulla pelle degli italiani e sui loro bilanci già magri. Una raffica di aumenti colpirà le famiglie a causa delle scelte di una persona che ha dimostrato, in maniera cinica, di essere pronta a tutto pur di non rispondere dei reati commessi. Ora serve una risposta democratica, istituzionalmente forte, che porti a dare vita ad un governo vero. Il Paese ha disperata necessità di un orizzonte ampio e su questa esigenza le forze politiche devono dimostrarsi responsabili facendo prevalere l'interesse generale. Riflettano i parlamentari del Pdl su cosa significherà essere ritenuti corresponsabili di un possibile disastro sociale ed economico provocato per salvare un condannato per frode fiscale"


Carceri: leva (Pd), INTERVENTI STRUTTURALI

 

ForumGiustiziaDichiarazione Danilo Leva, presidente Forum Giustizia del PD

Il presidente Napolitano ha evidenziato un'urgenza che sta portando il nostro paese fuori dalla culla della civiltà giuridica europea. Ritengo sia quindi compito del Parlamento intervenire immediatamente per affrontare le cause che hanno stravolto l'uso della carcerazione. Le forze politiche prendano in considerazione l'ipotesi di fissare una sessione straordinaria delle Camere per rivedere le normative frutto di scelte politiche penali sbagliate che hanno riempito nel corso degli ultimi anni gli istituti di pena italiani.

In particolare la Bossi-Fini, la Fini-Giovanardi e la ex Cirielli, sono i tre provvedimenti sui quali bisogna intervenire in maniera ragionata ma puntuale.
Si tratta di norme dove l'ideologia ha preso il posto del buon senso e da cui bisogna ripartire per affrontare in maniera strutturale una situazione oramai al limite. Inoltre è necessario che si rivedano anche le norme relative alla custodia cautelare.

Roma, 28 settembre 2013


GIUSTIZIA: LEVA (PD), RIFORMA PER BENE PAESE NON PER BERLUSCONI

 

ForumGiustizia(AGI) - Roma, 28 set. - La giustizia va riformata ma non per Silvio Berlusconi, ma per il bene dell'Italia. Lo ha ribadito Danilo Leva, responsabile giustizia del Pd. "Il Pdl continua a cercare un appiglio per tenere il paese in scacco.

La pacificazione, l’agibilità, l'Iva e ora la riforma della giustizia. Sono scuse dietro cui celare le proprie intenzioni: difendere Berlusconi a tutti i costi, anche contro la legge. Sono anni che ogni cambiamento è stato reso impossibile proprio dal Pdl che ha trasformato le riforme in guerre di religione, pensate unicamente per porre Berlusconi al di sopra delle leggi.

Una riforma della giustizia va fatta nell'interesse del paese e non di un condannato in via definitiva per frode fiscale", ha proseguito Leva. "Il Pd sta presentando le sue proposte di riforma e ritiene che la responsabilità civile dei magistrati sia un tema da affrontare.

La legge Vassalli ha dimostrato di non funzionare. Ciò però non può essere oggetto di strumentalizzazioni.

Non può avvenire con la logica del Pdl di sottomettere il potere giudiziario al legislativo o come vendetta postuma del Cavaliere", ha insistito. "Di riforma della giustizia vogliamo parlare a partire da quella civile che è il vero tallone d'Achille del nostro sistema poiché penalizza i cittadini e la competitività stessa del Paese", ha concluso l'esponente del Pd.


BERLUSCONI, LEVA (PD): “PACIFICAZIONE SI CHIAMA SALVACONDOTTO, PDL TRADISCE PAESE”

ForumGiustiziaPDL-Fi dimostri di non essere solo ramo d’azienda del capo, serve chiarimento reale.

“Condividiamo le parole del presidente Napolitano che, ancora una volta, con spirito di servizio ha difeso gli interessi generali del Paese. Il presidente ha richiamato l’attenzione sull’unica grande e vera priorità: il superamento della disastrosa crisi economica e sociale che attanaglia l’Italia.

Per questa ragione è nato il Governo delle larghe intese presieduto da Enrico Letta. Ragione che il Pdl continua a tradire.

La “pacificazione” invocata altro non è che un gioco lessicale dietro cui si cela il ricatto del Pdl ai danni del Paese. Stabilità di governo in cambio di un salvacondotto per Berlusconi.

Hanno gettato la maschera e ciò è chiaro a tutti gli italiani. Siamo sconcertati da tanta arroganza e riteniamo sia necessario un chiarimento politico ed istituzionale definitivo, reale.

Il Pdl è disposto a continuare l’esperienza di governo, a prescindere dalla decadenza di Berlusconi che è condannato in via definitiva per frode fiscale e certo non per reati di natura politica?

E’ giunto il tempo in cui il Pdl- FI dimostri di essere qualcosa di diverso da un ramo d’azienda del proprio capo”.

DICHIARAZIONE DI DANILO LEVA, RESPONSABILE GIUSTIZIA DEL PD - Roma 27 settembre 2013


Carceri: Pd, pdl stop ergastolo e riforma custodia cautelare

 

ForumGiustizia(ANSA) - ROMA, 26 SET - Abolizione dell'ergastolo e riforma della custodia cautelare in carcere restringendo, di fatto, il campo dei casi in cui è previsto l'obbligo di questa misura cautelare. E' quanto prevedono due proposte di legge del Pd sul tema dell'emergenza carceri presentate in una conferenza stampa con il capogruppo alla Camera, Roberto Speranza, il responsabile Giustizia Danilo Leva, i componenti della commissione Giustizia Walter Verini e Anna Rossomando e il responsabile carceri Sandro Favi.

"Il lavoro fatto dal gruppo e dal dipartimento giustizia - ha detto Speranza - è prezioso. In questo Paese siamo troppo spesso arrivati a discutere con l'obiettivo dell'impunitá di uno solo, bisogna invece procedere con coraggio sulle riforme e superare quella che è una specificitá italiana".

"Il Pd - ha detto Leva interpellato sul fatto che anche alcuni referendum radicali contengono le stesse proposte ma il Pd non ha preso posizione in loro sostegno - è la prima forza politica in Parlamento e abbiamo il dovere principale di presentare proposte di legge. Invitiamo anche le altre forze a presentarne e confrontarsi in Aula. Il referendum è utile quando c'è la debolezza della politica".


GIUSTIZIA: PD, ABOLIZIONE ERGASTOLO E RIFORMA CARCERE PREVENTIVO

 

ForumGiustizia

Roma, 26 set. - (Adnkronos) - Il Pd ha presentato oggi in conferenza stampa alla Camera due proposte di legge sull'abolizione dell'ergastolo e la riforma dell'istituto del carcere preventivo. "E' un'iniziativa figlia della cultura della garanzia - ha spiegato Danilo Leva, deputato e responsabile Giustizia del Pd - .

E' un modo per rendere effettivo l'articolo 27 della Costituzione. Lo Stato non può rinunciare ad rieducare il detenuto".

La prima proposta, presentata da Leva e dal capogruppo Roberto Speranza, prevede l'abolizione dell'ergastolo e la sua sostituzione con un periodo di reclusione di anni trenta, mentre la seconda si occupa di ridimensionare l'applicazione del carcere preventivo a casi di stringente necessitá e secondo criteri di reale attualitá del pericolo.

"La logica è quella che il giudice possa scgliere tra diverse pene, che, insomma, il carcere sia l' 'extrema ratio' - spiega la responsabile giustizia penale del partito, Anna Rossomando - i nostri vogliono essere interventi strutturali e non emergenziali per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri. Oggi il 40% dei detenuti è in attesa di giudizio. Non succede in nessun paese europeo". E sulla proposta referendaria dei radicali in materia di giustizia, appoggiata dal Pdl, Leva è chiaro:" i referendum sono utili nelle fasi di debolezza della politica.

A noi compete un altro ruolo che è quello di presentare proposte di legge. Le altre forze politiche non strumentalizzino".


Berlusconi: Leva (Pd), basta menzogne Pdl, ricattano paese

ForumGiustizia(ANSA) - ROMA, 26 SET - "Basta raccontare menzogne: l'atteggiamento del Pdl va oltre l'irresponsabilitá. Piegano il diritto agli interessi di una persona sola, Berlusconi, condannata in via definitiva per frode fiscale, ricattando il Paese intero e scaricando sulle istituzioni i suoi problemi personali".

Lo afferma Danilo Leva, responsabile Giustizia del Pd difendendo la "serietá" del Partito Democratico "nel garantire il rispetto della legge e l'applicazione di una sentenza".

"La legge Severino - spiega - è perfettamente costituzionale, il resto sono solo tentativi dilatori che hanno come unico obiettivo quello di sottrarre Berlusconi alla legge. Si rispetti il ruolo di garanzia del presidente Napolitano, che si muove nel solco del dettato costituzionale e si rientri nei ranghi.

Ieri sera abbiamo assistito ad una indegna buffonata, un vero e proprio tradimento nei confronti dei problemi del Paese e del presidente del Consiglio, impegnato in una delicatissima missione.

Una scena che lascia allibiti e che speriamo, per il bene dell'Italia, non si traduca in atti concreti contro il governo. Se i parlamentari del Pdl, per difendere un condannato sono pronti a tutto - conclude Leva - siano allora pronti anche a pagarne le conseguenze politiche, perchè gli italiani hanno ben capito che a loro sta a cuore solo la difesa del loro capo".

 


BERLUSCONI, LEVA (PD): “IRRESPONSABILE INDECOROSA PAGLIACCIATA”

 

ForumGiustiziaSe cade governo da farsa a tragedia per responsabilità del Pdl

 

DICHIARAZIONE DI DANILO LEVA, RESPONSABILE GIUSTIZIA DEL PD

“E' l'ennesima irresponsabile pagliacciata: i vassalli rimettono la loro investitura nelle mani del sovrano.

I deputati del Pdl dimostrino la loro fedeltà al Paese e non ad un condannato.

Berlusconi è stato condannato in via definitiva per frode fiscale, si dovrebbe scusare con il Paese, il resto è uno spettacolo indecoroso.

Se dalla farsa poi vogliono passare alla tragedia facendo cadere il Governo si assumeranno una responsabilità enorme. Gli italiani sapranno valutare”.

Roma 25 settembre 2013


GIUSTIZIA: PD, INTERVENIRE SU RESPONSABILITA' CIVILE GIUDICI, MA PDL NON STRUMENTALIZZI

ForumGiustiziaPd ha sue proposte però non giochetti politici, Pdl lo abbia chiaro in mente

A seguito dell'apertura da parte della Commissione europea della procedura d'infrazione contro l'Italia per i limiti posti alla responsabilità civile dei giudici è necessario intervenire.

La posizione del Pd su questi temi è chiara, sono gli altri partiti che hanno sempre impedito qualsiasi azione di riordino. Come fece la Lega lo scorso anno.
Leggere di più


Partiti, Pd: Il Pdl vuole campo libero per i privati, nessun accordo

ForumGiustiziaRoma 24/09/2013

Il responsabile Giustizia del Pd, Danilo Leva, ha spiegato che “il Pd si batte per fissare un tetto al finanziamento ai partiti affinché non si trasformino in semplici comitati elettorali, a disposizione del potente di turno".

"E’ evidente che chi può permettersi di porre sul piatto risorse ingenti - ha aggiunto -, necessariamente condizionerà l’attività stessa dei soggetti finanziati. Di fatto noi ci limitiamo a difendere l'impianto previsto dalla nostra Costituzione”.

“Il problema, quindi, se lo devono porre coloro che pensano di stravolgere la Carta convinti che la politica debba essere una semplice questione tra lobby. Il rapporto tra cittadini e politica è già ampiamente logorato: non è il caso di istituzionalizzare la distanza che si è originata”.