plus minus gleich
toggle
toggle
Danilo Leva
01
Aprile
2015

ISCHIA. LEVA: SCANDALOSA INTENZIONE DI MAIO INCONTRARE WOODCOCK

 

ForumGiustizia(DIRE) Roma, 1 apr. - "L'idea che un parlamentare della Repubblica voglia incontrare un magistrato per parlare di un'importante indagine in corso e' scandalosa, e' un insulto alla piu' elementare grammatica istituzionale".

Lo dichiara Danilo Leva, deputato del Partito Democratico, per commentare l'intenzione da parte del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio di incontrare domani il pm John Woodcock.

"Probabilmente si tratta- continua Leva- di un pesce d'aprile o un effetto dello stordimento legato all'arrivo della primavera.
Siamo comunque certi che Woodcock declinera' senza esitazioni l'imbarazzante proposta di Luigi Di Maio", conclude Leva.
(Com/Vid/ Dire 17:08 01-04-15 .NNNN)

 
30
Marzo
2015

SANITÀ: L’ON. LEVA RISPONDE A FRATTURA.

pd-moliseA seguito delle argomentazioni espresse dal Presidente Frattura in merito alle proposte formulate dalla delegazione parlamentare del PD nel corso della conferenza stampa tenutasi venerdì, interviene l’on. Leva:

Dopo aver dimostrato di non aver avuto coraggio nel chiedere la deroga ai parametri del “Regolamento Balduzzi” e affrontare, quindi, il Governo con la schiena dritta e a testa alta, dimostra quantomeno di avere un’anima, perché le parole che scrivi sono fredde, come fredda è la tua idea di garanzia del diritto alla salute. Garantire il diritto alla salute in Molise significa assicurare ad un ottantenne che vive in paesino sperduto di provincia di avere lo stesso diritto di un cittadino romano. Per fare questo non puoi continuare a dire che declassare l’Ospedale di Campobasso da DEA di II livello a DEA di I livello e gli Ospedali di Isernia e Termoli da DEA di I livello ad ospedali di base è praticamente la stessa cosa rispetto alla situazione attuale. Non è così, perché nel declassamento da DEA di II livello a DEA di I livello si andrebbero certamente a perdere : cardiochirurgia, neurochirurgia, terapia intensiva neonatale, chirurgia vascolare e chirurgia toracia; mentre, nel declassamento da DEA di I livello a ospedale di base si perderebbero: medicina generale, chirurgia generale, ortopedia, unità di terapia intensiva cardiologica, laboratorio diagnostica per immagini.

Tutto questo significherebbe rinunciare ad avere un sistema sanitario pubblico di eccellenza che una volta svuotato non farà altro che rafforzare i privati: questa è l’amara realtà, ma evidentemente questa resta la tua idea di sanità. Non è la nostra e ribadisco che c’è tutta la possibilità, oggi, di percorrere la strada di costruire un’ Azienda Ospedaliera Universitaria, che non comporta costi aggiuntivi per la nostra Regione, ma consente di salvare la sanità pubblica in Molise. Visto che conosci molto bene il “Regolamento Balduzzi” sai che tra qualche ora sarà tardi anche per questa possibilità.

Al segretario regionale, invece, mi limito a far notare che tenere un assemblea regionale o addirittura gli stati generali della sanità quando tutto è stato già deciso è del tutto inutile se non ridicolo, anche perché in un partito ci si dovrebbe riunire per discutere ed indicare una linea a coloro che siedono nelle istituzioni e non per ratificare decisioni prese in altri luoghi e in altre stanze.

Roma, 30.03.2015.

 
30
Marzo
2015

7 GOLD - FUNAMBOLI DEL 30.03.2015

Stasera dalle 21:00 interverrò in diretta alla trasmissione "Funamboli - 7GOLD " per confrontarmi sui temi di strettissima attualità politica.

 

7gold logo_trasparente

 
26
Marzo
2015

OSPEDALE DI AGNONE: RICEVUTA IN COMMISSIONE LA RISPOSTA ALL’INTERROGAZIONE DELL’ ON. LEVA.

 

pd-moliseÈ stata discussa oggi pomeriggio in Commissione Affari Sociali l’interrogazione dell’On. Danilo Leva diretta a sapere quali iniziative il Governo può mettere in campo al fine di riconoscere l’Ospedale Caracciolo di Agnone quale presidio ospedaliero in zona particolarmente disagiata.

“Abbiamo avuto delle importanti indicazioni da parte del governo – afferma l’on. Leva.- Innanzitutto si è stabilito in maniera incontrovertibile che l’area servita oggi dall’Ospedale di Agnone rientra a pieno titolo nella definizione di Aree interne e pertanto può essere inclusa in progetti di rilancio che possono avvalersi di risorse nazionali addizionali. In secondo luogo, si è evidenziato come sussistano criticità nell' efficienza della rete territoriale dell' emergenza-urgenza e di come sia, quindi, fondamentale mantenere un presidio ospedaliero in grado di garantire tali servizi.

Adesso è necessario un confronto con il governo regionale affinché si formuli una specifica proposta, che in un più ampio progetto di sviluppo locale delle aree interne includa anche la questione relativa all’Ospedale di Agnone.
In definitiva il Ministero ci ha confermato che sussistono tutte le condizioni per riconoscere il “Caracciolo” come presidio ospedaliero in zona particolarmente disagiata.

La risposta del Ministero della salute rappresenta un passo in avanti- aggiunge Leva - rispetto a quanto finora emerso dalla struttura commissariale e dalla direzione aziendale ASREM, che nell'elaborazione del riassetto della rete ospedaliera, aveva previsto presso il San Francesco Caracciolo un punto di primo soccorso/ punto di primo intervento, configurandolo di fatto non più come ospedale di area particolarmente disagiata, ma come struttura in riconversione verso strutture territoriali e per post acuzie. Adesso è necessario dissipare ogni dubbio in tal senso e occorre che ognuno faccia la sua parte, affinché si esca definitivamente dagli equivoci e si mettano in campo azioni concrete e risolutive. Ovviamente - conclude il deputato dem- tutte le iniziative che tendono al riconoscimento dell’ Ospedale di Agnone come presidio ospedaliero in zona particolarmente disagiata, rischiano di essere totalmente inefficaci qualora l’Ospedale Veneziale di Isernia venisse declassato da Ospedale di I livello ad Ospedale di base.

Nel dettaglio, comunque, durante la conferenza stampa che terrò domattina insieme alla delegazione parlamentare, avrò modo di approfondire la questione e di presentare proposte sul riassetto complessivo del sistema sanitario regionale.”

Roma, 26.03.2015.

 
24
Marzo
2015

PRESCRIZIONE:LEVA(PD),BENE,ORA PROCESSO NON DIVENTI CALVARIO.

ForumGiustizia(ANSA) - ROMA, 24 MAR - "E' stato importante consentire alla riforma della prescrizione di avviare il proprio cammino ma ora, nell'iter parlamentare bisogna lavorare per migliorare le parti che rischiano di indebolire inutilmente le garanzie processuali per i cittadini. Attenzione a non trasformare il processo da strumento di accertamento della responsabilita' in un calvario punitivo estenuante che non ha nulla a che vedere con i principi costituzionali relativi alla finalita' della pena e alla durata dei processi".

Lo dichiara il deputato democratico Danilo Leva.(ANSA).

 
19
Marzo
2015

QUALCHE CONSIDERAZIONE A MARGINE DELLA MANIFESTAZIONE A SOSTEGNO DEI COMITATI 'STATO DI AGITAZIONE DEL PRONTO SOCCORSO' E 'VENEZIALE BENE COMUNE' IN DIFESA DELLA SANITÀ PUBBLICA E DELL’OSPEDALE DI ISERNIA.

Da IserniaNews
...
Infine, la presenza politica che fa più rumore di tutti: quella dell’onorevole
Danilo Leva, che ha chiesto a Frattura – insieme ai colleghi deputati Roberto Ruta e Laura Venittelli – di cambiare radicalmente passo sul tema della sanità.  “Questa non è una manifestazione politica – ha sottolineato - ma ribadisce un concetto chiaro, che è quello della centralità della sanità pubblica nel sistema sanitario regionale.

Non è contro nessuno, non ci sono bandiere di partito, sono qui a titolo personale. Un grande partito come Il Pd deve discutere al proprio interno e deve difendere fino alla morte la sanità pubblica.

Siamo in una regione in cui c’è uno squilibrio evidente tra pubblico e privato: nelle altre regioni il privato è tra il 20 e il 21 per cento, in Molise siamo al 37 per cento. Dobbiamo discutere di questo”. Poi una battuta sulla minaccia di provvedimenti agitata dal segretario regionale Micaela Fanelli: “Ho letto il documento della maggioranza  - ancora il deputato Dem – e non credo che dopo due anni e mezzo di governo si possa continuare a dire che la colpa è di quelli che c’erano prima, oppure dei molisani che si sono abituati male. I molisani hanno affidato a noi una grande speranza di cambiamento e noi dobbiamo essere all’altezza.

Non rispondo direttamente alla Fanelli, reputo quel documento abbastanza volgare nei confronti di uno che il Pd l’ha fondato. Il Pd è casa mia, è casa della sinistra molisana, c’è ancora una sinistra e ci faremo sentire in queste ore”. Invece, una puntualizzazione diretta a Frattura arriva: “Ha vinto le elezioni anche grazie a tutti noi – conclude Leva - Non ha vinto lui, ma il centrosinistra. Bisogna però rivincere anche la prossima volta e per farlo bisogna essere all’altezza del cambiamento. Non può essere, questo, un passaggio in cui c’è l’esigenza di dire ‘comando io o comandi tu’: bisogna capire quali esigenze ha la regione, chi la governa e quali risposte dare ai molisani. Chi comanda è in un’azienda privata, non in politica. In politica si governa, sono concetti diversi. Ma noi andiamo avanti”.

 
18
Marzo
2015

PD RUTA, LEVA E VENITTELLI:"NESSUNA VOLONTÀ DI PROVOCARE CRISI MA SEMMAI DI AIUTARE A RISOLVERE QUELLA IN CUI VERSA IL MOLISE ."

Comunicato Stampa

I tre parlamentari rispondono al segretario regionale Fanelli

pd-moliseVogliamo esclusivamente che l'esperienza del centrosinistra e del Pd in regione sia convincente e capace di cambiare il destino della nostra regione che vive una straordinaria difficoltà.

Nessuna volontà di provocare crisi o di sindacare l'impegno del Presidente e della giunta ma abbiamo avanzato proposte concrete, indicato scelte da operare, avendone il dovere oltre che il diritto, certamente in un partito democratico anche nel nome, quando in gioco c'è il futuro della nostra comunità, del diritto alla salute dei cittadini.

Indicare la strada della prevalenza della sanità pubblica di qualità (con percentuali non inferiori al 75% dei posti letti assegnati), è per noi da rimarcare con decisione, stante la persistenza, dopo due anni di governo di centrosinistra, di una percentuale ben inferiore a vantaggio delle strutture private, ben consapevoli delle eccellenze presenti sul nostro territorio che rappresentano una ricchezza ed una opportunità, se integrate al sistema pubblico e non se in concorrenza ad esso.

Così, a titolo esemplificativo, indicare la strada dell'alta specialità pubblica con l'istituzione dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Cardarelli di Campobasso, vuol dire garantire ai cittadini un servizio di qualità e puntare, con la facoltà di medicina della nostra università del Molise, sull'avanzamento scientifico e sulla didattica avanzata. Oltre a indicare, con tale soluzione, forse, l'unica strada possibile rimasta per garantire agli ospedali di Isernia e Termoli di non retrocedere a ospedali di base, qualora la deroga al decreto Balduzzi non ci venga accordata.

Allo stesso modo crediamo sia necessario, non chiudersi a riccio per dimostrare chi comanda, ma aprirsi ad un ampio e tempestivo confronto con la società molisana, con le forze produttive e sociali per individuare nel merito e nel metodo le azioni più idonee ed efficaci per creare da subito nuova occupazione.

Per un Molise più forte, solidale, moderno e all'avanguardia.

 
18
Marzo
2015

CRISI MOLISE: COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO LEVA/RUTA

 

pd-moliseFerma è la nostra convinzione: al Molise servono azioni e misure straordinarie per rilanciare da subito la nostra economia, le possibilità di occupazione, le opportunità per una vita dignitosa.

Non bastano azioni necessarie di rigore.
Al Molise servono scelte coraggiose che a partire dalla sanità abbiano la tutela della salute dei cittadini come obiettivo principale: una sanità pubblica di qualità, integrata e non sostituita, con la migliore sanità privata.
Scelte, azioni e misure da mettere immediatamente in campo segnando un'inversione di rotta chiara e decisa.

Roma, 18 marzo 2015

On. Danilo Leva
Sen. Roberto Ruta

 
17
Marzo
2015

SKY TG24 DEL 17.03.2015

 

Oggi dalle 15:00 interverrò in diretta a Sky TG24 per confrontarmi sui temi di strettissima attualità politica. 


sky

 
17
Marzo
2015

COFFEE BREAK - LA7 REPLICA DEL 17.04.2015

Coffee Break La7 - Replica della puntata che mi ha visto ospite in studio in data odierna.

 

 
17
Marzo
2015

TANGENTI: LEVA (PD), OPPORTUNO CHE LUPI RIFERISCA A CAMERE

 

italiaGiusta(ANSA) - ROMA, 17 MAR - "Ognuno risponde dell’opportunità delle proprie scelte ed è bene che il ministro Lupi venga in Parlamento per rispondere alle richieste di chiarimento che vengono da piu' parti".

Lo ha detto il deputato della commissione Giustizia Danilo Leva nel corso della trasmissione Coffee Break su La7. (ANSA).

 
14
Marzo
2015

PD, LEVA(PD): "PARTITO SIA SEMPRE PIU' COMUNITA', E' SFIDA PER NUOVO MODELLO "

 

italiaGiustaDichiarazione di Danilo Leva, vice responsabile organizzazione del Pd

"L'iniziativa di oggi a Bologna di Area riformista rilancia la sfida per la costruzione di un nuovo modello di partito. Misuriamo su questo la qualità della democrazia e della partecipazione nel nostro paese.

Un partito deve essere innanzitutto una comunità, un soggetto collettivo determinante nelle scelte fondamentali e non un corpo marginale rispetto ai processi in atto. Quindi bene l'apertura di Renzi sul rafforzamento del ruolo degli iscritti. Raccogliamo la sfida. E non è neppure uno scandalo la coincidenza tra segretario e premier.
Ma proprio per questo allora più forte è l'esigenza di capire quale spazio,quale autonomia esiste per esprimere un punto di vista, sulla società o sull'economia, di un partito che non vuole ridursi solo ad un comitato elettorale."

Così l'on. Danilo Leva, vice responsabile organizzazione del pd, a margine dell'incontro di area riformista a Bologna

 
12
Marzo
2015

ITTIERRE: L’ON. LEVA SOLLECITA IL MINISTERO DEL LAVORO SU RICHIESTA DI INCONTRO PER LA PROROGA CIGS.

 

pd-moliseL’ On. Danilo Leva ha inviato una nota al Sottosegretario del Lavoro Bellanova con la quale invita a dare seguito alla richiesta di incontro sulla proroga della CIGS.

“La formalizzazione dell’offerta di acquisto presentata da IKF per ITTIERRE – afferma l’on. Leva – consente di revocare le lettere di licenziamento e procedere alle istanze per la proroga di sei mesi della CIGS per i 247 dipendenti. Occorre che le parti siano convocate con assoluta urgenza considerando che per i suddetti lavoratori la cassa integrazione straordinaria scadrà il prossimo 3 Aprile.”

Roma, 12.03.2015.

 
06
Marzo
2015

OSPEDALE DI AGNONE: L’ON. LEVA INCONTRA IL SOTTOSEGRETARIO ALLA SALUTE VITO DE FILIPPO

pd-moliseL’ On. Danilo Leva nella giornata di ieri ha incontrato il Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo per discutere in merito alla interrogazione sull’Ospedale di Agnone presentata insieme all’ On. Amato.

“Ho chiesto al Sottosegretario di esaminare la nostra interrogazione nel più breve tempo possibile, - afferma l’on. Leva - in quanto ritengo che una pronuncia del Ministero della Salute sia fondamentale per procedere al riconoscimento dell’ Ospedale di Agnone come Presidio Ospedaliero in zona particolarmente disagiata. Ho avuto confortanti rassicurazioni e ho trovato un interlocutore serio e molto attento alle problematiche e alle ragioni esposte.

Proprio il maltempo e le abbondanti nevicate di questi ultimi giorni evidenziano in maniera assolutamente indiscutibile come quest’area non può prescindere dall’essere servita da un ospedale che sia dotato di un pronto soccorso h24 e di servizi medico ospedalieri dedicati all’emergenza-urgenza. È essenziale – conclude Leva – mettere in campo tutte le azioni possibili e continuare a far fronte comune insieme alle comunità locali, per garantire il diritto alla salute degli abitanti dell’Alto Molise e dell’Alto Vastese.”

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

ForumGiustizia

 

donnePd

 

pd-molise

giovani democratici_molise


italiaGiusta

 

sd

 

unita

 

facebook-pd

 

Danilo leva youdem tv

 

tamtam- democratico 

 

mobilitanti